Sicurezza accessi mediante funi

La sicurezza è il perno delle nostre missioni!
Le installazioni e le lavorazioni di Verticaline, vengono eseguite con relativi rilasci di certificati di corretta posa che asseverano il rispetto dei dettati normativi, oltre a produrre test report che attestano le reali prestazioni dei sistemi ideati, garantendo così risultati di qualità ai nostri clienti.

Sistema di accesso mediante funi

Il sistema di accesso mediante funi fu sviluppato per risolvere problemi di manutenzione nel settore gas e petrolio offshore. Oggi è utilizzato in campo edilizio per lavori di riparazione, manutenzione, ispezione e accesso.
Progettiamo, realizziamo e collaudiamo sistemi anti-caduta, quali Linee Vita, Punti di Ancoraggio, Imbracature, Cordini, etc., atti a consentire le lavorazioni in quota mediante fune da parte dei nostri operatori, in completa sicurezza e con la massima professionalità.
L’obiettivo è di promuovere e sviluppare il sistema sicuro di accesso mediante funi, per consentire ai tecnici di lavorare in modo sicuro ed efficace.

Impegno, passione e professionalità ad alta quota

Verticaline, è una squadra fatta di persone che esegue il proprio lavoro con passione e serietà.
Professionisti, specialisti, compagni di lavoro, alleati dei propri clienti, uniti da un filo comune: la riuscita dell’opera.
I tecnici di verticaline, operano ogni giorno in totale sicurezza e con il massimo impegno al fine di ultimare il progetto, garantendo risultati certi per quanto commissionato.

 

Come da obbligo di legge, per ogni intervento saranno presenti due operatori specializzati ed in possesso di regolare certificazione di formazione per addetto e preposto: LINEA GUIDA FUNI “Lavori temporanei in quota con l’impiego di sistemi di accesso e posizionamento mediante funi” (art.36-quinquies, commi 2, 3, 4 e 5 del D.Lgs n.626/94 e s.m., così come introdotto dal D.Lgs. n. 235/03 e art. 38, comma 1 lettera b del D.Lgs. n.626/94 e s.m.i.) redatte dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dal Ministero della Salute e dall’ISPESL.